PER L’ALLEVAMENTO BIO DEI CONIGLI RICHIESTA UNA SUPERFICE MINIMA ESAGERATA PER CIASCUN ANIMALE E TALE DA RENDERE IMPENSABILE OGNI INVESTIMENTO

Il nordest, fino alla fine del secolo scorso era leader nazionale nella produzione avicunicola, ovvero nell’allevamento di pollame e conigli. Tanto che Udine ospitava la sede dell’importante Consorzio degli operatori del settore, che era presieduto dal Cav. Dino Omenetto. Poi, svariati problemi, dalla concorrenza estera alle mode, alle politiche comunitarie che hanno favorito un settore zootecnico piuttosto che un altro, hanno provocato la contrazione della produzione e del numero di aziende. Un settore, che in Veneto ha tenuto, e ha mantenuto una forma di organizzazione collettiva per avvantaggiare qualità e redditività. Nel tempo, l’allevamento massivo e la concorrenza estera, che a volte viene combattuta a discapito della qualità e dei metodi di produzione, hanno spinto i consumatori a ricercare prodotti certificati e tracciabili. A garanzia della genuinità del tipo di alimentazione e del metodo di ingrasso degli animali. Ed ecco pian piano farsi strada la zootecnia biologica, al pari dell’agricoltura biologica. Numerosi, specialmente tra i giovani giovani, sono gli allevatori che sarebbero disposti a intraprendere il necessario percorso di innovazione e sviluppo. Ma le norme vigenti non li aiutano affatto. Anzi. A denunciarlo è Zeno Roma, allevatore friulano, presidente della neonata associazione nazionale allevatori cunicoli, uno dei pionieri del settore. L’associazione è stata tenuta a battesimo un anno fa a #EXPO2015 in un evento organizzato nel padiglione della Coldiretti. Zeno Roma lamenta i contenuti del regolamento nazionale che reca i parametri per la certificazione degli allevamenti biologici. “In particolare – spiega - prescrive che ogni allevamento sia impostato secondo parametri che sono distanti anni luce dalla realtà e dalle possibilità degli operatori. Così, i salutisti e i dietologi possono ben promuovere le qualità e il pregio delle carni cunicole, se le norme scoraggiano l’allevamento dei conigli”. Che fare dunque? Zeno Roma ha mobilitato la sua organizzazione, con lo scopo di far ritornare gli estensori della norma sui loro passi, per arrivare alla modifica delle norme vigenti. In modo da favorire la ripresa e lo sviluppo di un’attività che, fino agli anni del ‘boom’ economico del secolo scorso, veniva praticata a livello familiare fin dentro le città, per la facilità di riproduzione degli animali, la salubrità delle loro carni (il coniglio sceglie per nutrirsi solamente cibo sano) e la semplicità dell’allevamento. Per la coniglicoltura di pregio, per collocarla anche tra i prodotti di nicchia, è già stata avviata la produzione di lavorati, come il paté di coniglio, già testati con successo da cuochi e chef blasonati.

Carlo Morandini

 

Udine, 21 settembre 2016.

 

A.R.G.A. FVG

via Dante, 80/2

33037 Pasian di Prato (Ud) Italy

Tel.: 0039 335 7044805

Sito: www.argafvg.it

Email: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

Skype: charliesette

Twitter: @argafvg Facebook: ARGA FVG

@argafvg2

 

A.R.G.A. FVG

 

Associazione Regionale Giornalisti Agricoli, Agroalimentari, Enogastronomici, dell’Ambiente e Territorio del Friuli Venezia Giulia

aderente all’UNAGA

Unione Nazionale

delle ARGA

 

VISITA IL NOSTRO SITO:

www.argafvg.it

Il contenuto di questa e-mail è rivolto unicamente alle persone alle quali è indirizzato, e può contenere informazioni la riservatezza delle quali è tutelata. Sono vietati la riproduzione e l’uso di questa e-mail in manzanza di autorizzazione del destinatario. Se avete ricevuto questa e-mail per errore vogliate cortesemente comunicarcelo. This e-,ail is intended only for the person or entity to which is addressed and may contain information that is privileged, confidential or otherwise protected from disclosure. Copyng, dissemination or use of this e-mail ort he information herein by anyone other than the intended recipient is prohibited. If you have received this e-mail by mistake, please notify us immediately.

 

 

Share on Myspace