SI CONSOLIDA LA PRIMAVERA E CON LE BIZZOSITA’ DEL METEO ‘MATURANO’ GLI ASPARAGI  L’APPUNTAMENTO DI MAGGIO CON LA CUCINA STELLATA E’ DOMANI A COLLOREDO DI M.A. TEMA: ASPARAGI ED ERBE SPONTANEE

In Friuli, e in parte del Nord Est, quando la primavera ha maturato il suo effetto e il terreno e l’aria si sono riscaldati, a scandire la stagione arrivano a tavola gli asparagi. I bianchi, o verdi gustosi turioni che sbucano dalle zolle e sotto i raggi del sole si arricchiscono di clorofilla e divengono verdi. Il loro sapore gustoso è amplificato dalla ricchezza di acqua che ne pervade le fibre. Le annate migliori per gustarli sono quelle nelle quali si alternano la pioggia e il caldo sole primaverile. Che ne consentono la corretta maturazione. Dunque, se ripercorriamo la mappa del meteo delle scorse settimane, ora ci siamo. Gli inizi e la metà del mese di maggio sono il periodo nel quale è possibile gustarne pienamente la fragranza. Infatti, da decenni i ristoratori di pregio e stellati friulani predispongono menù dedicati. Nei quali si sbizzarriscono assieme ai loro chef negli abbinamenti più efficaci e riusciti. Piero e Matilde Zanini, non potevano non cogliere anche quest’anno l’occasione per consentire ai loro ospiti e fans di gustare l’interpretazione dell’asparago da parte della cucina collinare stellata. Assieme al prezioso apporto delle erbe spontanee delle quali le colline sono ricche. L’appuntamento è per domani sera, a Colloredo di Monte Albano. Dove saranno in scena contemporaneamente le Erbe spontanee e asparagi, a La Taverna. L’evento degustativo sarà aperto in termini scherzosi ma succulenti dal saluto della cucina: Finto pomodoro con anima alle erbe. Ed eccoci subito al dunque: Composizione di gamberi, asparagi di Fossalon al vapore e misticanza di erbe spontanee, con la briosa Ribolla Gialla brut della Cantina di Cormons. A seguire l’imperdibile fonduta leggera di formaggi freschi friulani con il tartufo di primavera: la mitica Cocotte agli asparagi verdi e tartufo. Accompagnata dalla Malvasia dell’Azienda agricola Schioppetto. Entriamo nel pieno dei sapori friulani e carnici con il raviolo di ricotta allo sclopit (silene) con tuorlo liquido e burro di malga. Seguito dalle Farfalle di farina di asparagi, ragù di capretto e fave, asparagi di pungitopo. Per secondo, ritorna in scena nella cucina primaverile il coniglio, con Come una Milanese al cubo di coniglio, asparagi di Tavagnacco e maionese alla melissa. Con il Merlot dell’Azienda agricola Valchiarò. E ora? Il Sorbetto di olivello spinoso e mentuccia, e per finire il Semifreddo al fiore di sambuco e salsa di fragoline di bosco, con il Moscato d’Asti di Paolo Saracco. E per contorno, ai piedi del Castello di Colloredo Mels, il suggestivo scenario morenico e i profumi della collina di primavera.

Carlo Morandini

Colloredo di M.A., 4 maggio 2017.

 

A.R.G.A. FVG

via Dante, 80/2

33037 Pasian di Prato (Ud) Italy

Tel.: 0039 335 370816

Sito: www.argafvg.it

Email: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

Skype: charliesette

Twitter: @argafvg A.R.G.A. FVG

 

Associazione Regionale Giornalisti Agricoli, Agroalimentari, Enogastronomici, dell’Ambiente e Territorio del Friuli Venezia Giulia aderente all’UNAGA

Unione Nazionale

delle ARGA

 

VISITA IL NOSTRO SITO:

www.argafvg.it

 

Share on Myspace