Ha confermato l’imprescindibilità del ruolo della
stampa specializzata il corso di ARGA FVG su Comunicare correttamente la zootecnia svoltosi a Pavia di Udine

E‘ stato attuale ed efficace l’aggiornamento sulle materie inerenti l’attività della stampa specializzata, svoltosi all’azienda agricola La Fattoria di Pavia di Udine, fattoria didattica della famiglia Lirussi.

Si trattava di un corso con crediti formativi per i giornalisti iscritti all’Ordine del FVG, organizzato dal vicepresidente dell’OdG FVG, Amos D’Antoni, in sinergia con l’ARGA FVG, l’Associazione regionale della stampa agricola, agroalimentare, dell’ambiente e territorio del Friuli Venezia Giulia.

Come ha ricordato in apertura il presidente di ARGA FVG e vicepresidente nazionale Unarga, Carlo Morandini, il ruolo e i compiti dei giornalisti e delle giornaliste specializzati nei settori agricolo e agroalimentare, come in quello ambientale, è essenziale nella società moderna.

Perché deve cercare di assicurare ai cittadini l’informazione corretta e adeguata in materie inerenti il settore primario, che è quello attinente all’alimentazione, e l’ambiente, che è l’habitat nel quale viviamo.

Un ruolo estremamente delicato.

Lo dimostra la gestione delle fin troppo frequenti emergenze mediatiche, perché spesso si sono rivelate solamente tali, che hanno riguardato in passato per esempio i casi dell’aviaria e della mucca pazza.

Come hanno voluto dimostrare i relatori del corso, Giovanni De Luca, redattore di Allevatori TOP ed esperto nella gestione e conduzione delle aziende zootecniche, nonché comunicatore, e Giacomo Menta, già funzionario dell’associazione Pezzata Rossa Italiana e direttore dell’omonima rivista, anche i media più qualificati, dovendo cavalcare l’immediatezza dell’informazione, spesso hanno fornito nozioni non corrette.

A volte addirittura fuorvianti per la pubblica opinione. Che hanno però altrettanto spesso danneggiato non soltanto l’immagine dell’agricoltura ma anche la redditività della stessa.

Alterando l’equilibrio economico del settore e le sue dinamiche, già di per sé complesse.

Ecco spuntare con forza l’esigenza di poter contare sulla stampa specializzata e su giornalisti in grado di interpretare correttamente le emergenze e le situazioni non facili che interessano l’agricoltura.

Ed ecco confermata l’importanza della formazione continua, ha concluso Morandini, che l’ARGA FVG assieme all’organizzazione nazionale delle ARGA, che è l’UNAGA, sostiene e favorisce.

Organizzando corsi ed educational volti a porgere a giornalisti e giornaliste le nozioni e gli spunti necessari a meglio comprendere criticità, fattori di rischi, ma anche potenzialità e carature di settori a volte trascurati ma imprescindibili per la qualità della vita.

Nelle loro relazioni, Menta ha dettagliato andamento e tendenze della zootecnia nel FVG, in Italia, in Europa e nel mondo. Sdoganando numerosi luoghi comuni e false convinzioni che sono ormai state fatte proprie dai consumatori.

Mentre sulle tecniche di comunicazione, facendo leva su esempi tratti da episodi ed esempi reali, si è soffermato De Luca.

L’esperienza vissuta, le capacità di assecondare l’innovazione per crescere e saper stare sul mercato, hanno infine motivato uno dei titolari dell’azienda ospite dell’evento, nella quale ogni anno sono centinaia gli scolari e studenti che si recano per prendere contatto, spesso per la prima volta, con l’essenza della civiltà contadina, e sostenere con vigore che spetta ai giornalisti promuovere le campagne d’informazione destinate a formare i futuri cittadini per metterli in grado di riconoscere i prodotti rurali genuini, nostrani, di prossimità, per questo più salutari e controllati.

Ida Donati

Share on Myspace