Dalle esperienze giornalistiche spunti e stimoli per valorizzare le ricchezze di una terra e di acque a volte sconosciute agli stessi abitanti, più conosciute dai turisti più attenti

Il presidente di ARGA FVG Morandini e il segretario generale UNAGA Girelli con le loro esperienze anche internazionali hanno sostenuto l’opportunità che territorio e operatori siano motivati a comunicare se stessi e le rispettive realtà

Serata degli auguri alla Galleria d’arte La Cantina di Latisana. Che si è rivelata un’occasione interessante per approfondire le tematiche della valorizzazione della cultura del territorio e della comunicazione delle peculiarità dei luoghi e delle attrattive della #RivieraFriulana. La serata, voluta del patron della Galleria, Giovanni Toniatti Giacometti, questa volta, in quanto il luogo che è anche sede aziendale, nel 2018 ha già ospitato una ventina di eventi culturali, aveva come protagonista la stampa specializzata. In particolare l’Associazione regionale della stampa agricola, agroalimentare, dell’ambiente e territorio. Presieduta da Carlo Morandini, che assieme a Toniatti Giacometti ha affrontato i temi della divulgazione delle attrattive che divengono opportunità turistiche del territorio. Che divengono ricchezza dell’area e si trasformano in un Pil da convertire in riqualificazione e attrezzatura con fini turistici del territorio. Per questo motivo è nata l’Associazione culturale La Riviera Friulana, generata dalle decine di presentazioni, con grande riscontro di pubblico e consenso, del libro omonimo realizzato dieci anni fa. Mettere in rete le eccellenze dell’area compresa tra i fiumi Tagliamento e Isonzo, la linea delle risorgive e il litorale adriatico, per proporne le carature a un pubblico più vasto e a potenziali utenti del turismo lento, e attento alle specificità, significa, ha detto Morandini, porre una pietra fondante sulla promozione della identità dell’area che è di per se stessa un elemento destinato a favorire la fidelizzazione dei turisti al territorio. Un territorio, che nonostante per lungo tempo sia stato circoscritto dalla mancanza inconsapevole dei principi elementari della promozione e della comunicazione, è il riferimento ineludibile delle grandi realtà turistico balneari di Lignano Sabbiadoro e Grado. E’ quella offerta complementare che può consentire di arricchire la proposta turistica. Ma nello stesso tempo, con la maggiore consapevolezza che contraddistingue i turisti, specialmente stranieri, che oramai raggiungono l’area, anche con mezzi diversi come la bicicletta, i mezzi nautici, gli aerei ultraleggeri, è divenuta una attrattiva reale e attesa. Uno dei problemi da risolvere però, ha aggiunto, è la necessità di sensibilizzare gli stessi operatori a saper comunicare e divulgare non solo le proprie realtà, ma le intere ricchezze del territorio. Perché l’offerta sia il più possibile ampia e completa. Un esempio in questo senso è stato fornito da Gian Paolo Girelli, Segretario generale dell’Unaga, l’Unione nazionale delle ARGA, che rifacendosi alla interessante esperienza vissuta nella realizzazione del settimanale televisivo Est-Ovest, nato nella Rai poco dopo la caduta del Muro di Berlino, che lo ha portato a visitare i paesi dell’Est nella fase di ripresa in vista della concretizzazione dell’idea europeista. Girelli ha evidenziato l’orgoglio di appartenenza che ha motivato i popoli dell’est a condividere un progetto comune e a lavorare per crescere e sviluppare i valori di una società e di nazioni che oggi presentano il più elevato Pil tra i Paesi europei, e in taluni casi in assoluto. Dove, ha replicato Morandini, per esempio in Slovacchia, vi sono ormai problemi nel reperimento della manodopera, in quanto l’insediamento di grandi complessi industriali delle case automobilistiche ha creato un surplus di richiesta di posti di lavoro. Che viene colmato con lavoratori provenienti da altri Paesi. Per rendere l’idea del fenomeno, ha ricordato che nel 2019 il gruppo Jaguar Land Rover prevede di produrre in Slovacchia 150 mila vetture del modello Discovery. La serata, alla quale hanno partecipato tra gli altri la presidente dell’Università della terza età di Lignano Sabbiadoro, Nelly Del Forno Todisco, la presidente dell’Associazione Romeo e Giulietta, Laura Zanelli, il vicepresidente dell’ARA FVG, Claudio Soranzo, il consigliere comunale Lauretta Iuretigh, è proseguita con le domande dei numerosi ospiti. E si è conclusa con l’immancabile degustazione di prodotti del territorio e dei vini Toniatti Giacometti.

Ida Donati

Share on Myspace