I media

L’attenzione dei media regionali del Friuli Venezia Giulia sul mondo rurale e su quello del gusto è focalizzata su pagine specializzate. Spesso, a spot, gli argomenti più attuali, ma attinenti principalmente la promozione delle peculiarità, sono trattati in inserti speciali su quotidiani e periodici regionali in occasione di eventi, rassegne fieristiche, fiere e sagre tradizionali. Da una ventina d’anni sul quotidiano Il Messaggero Veneto, che tratta della cronaca nelle Province di Udine e Pordenone, e, in parte di Gorizia, vengono pubblicate due pagine, curate dal nostro Vicepresidente, Giuseppe Longo. ‘Agricoltura’, è specializzata sugli argomenti della ruralità, dell’agroalimentare, sulle grandi tematiche ma anche sulle questioni impellenti e sulle emergenze. Lasciando spazio agli argomenti di portata globale e nazionale, e con particolare attenzione, a quelli locali. ‘Gusto’ tratta invece della enogastronomia friulana. Con riguardo a eventi, specificità, produzioni e proposte locali.  Il quotidiano Il Gazzettino da una quindicina d’anni pubblica le pagine ’Weekend’. Dove la cultura, gli spettacoli, sono accomunati all’enogastronomia, alle produzioni e agli eventi agroalimentari del Nord Est. Sempre nella carta stampata il settimanale Il Friuli, nella sezione ‘Bellavita’ dedica tre/quattro pagine alla cultura del territorio, all’enogastronomia e all’agroalimentare friulani. Con approfondimenti sulle specificità. La parte del leone, quanto ad audience e all’attenzione di una davvero vasta platea di pubblico, la sostiene ‘La vita nei campi, settimanale per gli agricoltori del Friuli Venezia Giulia’. Nata negli anni’60, va in onda la domenica mattina, alle ore 8,50 sulle frequenze di Radio Uno del Friuli Venezia Giulia. Avviata dal nostro Presidente onorario dell’UNAGA, il friulano Claudio Cojutti, e da lui lanciata assieme a Isi Benini, che fu responsabile della sede Rai di Udine, fondatore della rivista Il Vino, per decenni voce del mondo rurale del Friuli Venezia Giulia e nazionale, nonché presidente dell’ARGA FVG, tuttora risulta la trasmissione radiofonica più ascoltata a Nord Est, con rubriche sulle tipicità, i temi della civiltà contadina, la ruralità, gli appuntamenti, i prezzi dell’agricoltura aggiornati a ogni fine settimana. Anche diverse televisioni private si occupano dell’agricoltura e dell’enogastronomia, anche sposate all’attualità sportiva. Telefriuli, assieme alla Coldiretti friulana, per anni ha trattato delle problematiche agricole. Tele Pordenone ha proposto specificità della ristorazione trattando dell’attualità calcistica. Da Tele Chiara, emittente cattolica padovana, ma anche da numerose emittenti regionali, viene trasmessa ‘Verde a Nord Est’. Trasmissione di portata nazionale che prospetta le tematiche salienti del mondo rurale. Dalla vicina Slovenia Tele Capodistria è precorritrice dell’emittenza libera internazionale. Fin dagli anni ’70 trasmette in lingua italiana senza tralasciare le ricchezze dell’agroalimentare e dell’enogastronomia del Friuli Venezia Giulia. In particolare Marino Vocci, premiato con il Premio Ghin, alla prima edizione, con la rubrica ‘La barca dei sapori’, non manca di esaltare le ricchezze della cultura del territorio e della civiltà rurale.Numerose sono le emittenti satellitari che si occupano frequentemente delle ricchezze del Friuli Venezia Giulia. Tra esse Canale Italia, a cura del Presidente nazionale dell’UNAGA, Mimmo Vita.